Cina – Richiesta di visto solo per urgenti necessità economico-commerciali e tecnico-scientifiche.

In base alle disposizioni del decreto del 26 marzo del Dipartimento Nazionale di Immigrazione Cinese e del Ministero degli Affari Esteri, è possibile presentare la richiesta di visto solo per urgenti necessità economico-commerciali e tecnico-scientifiche, oltre che per motivi umanitari (come visitare un parente diretto in gravi condizioni medico-sanitarie o prender parte ad un funerale di un parente diretto).

Coloro che per i motivi sopra elencati abbiano la necessità di richiedere il visto, dovranno preventivamente inviare una mail all’indirizzo servizi@infovisti.it  per illustrare la propria situazione e fornire la relativa documentazione a supporto.

Dopo aver controllato i documenti inviati, in caso di approvazione della richiesta da parte del Consolato della Cina, verrà fissato un appuntamento per la consegna dei documenti e il rilevamento delle impronte digitali.

I richiedenti che si recano in Cina per urgenti necessità economico-commerciali e tecnico-scientifiche dovranno presentare una lettera di invito rilasciata dall’Ufficio Governativo Provinciale per gli Affari Esteri. Senza questo tipo di lettera in questo momento non è temporaneamente possibile richiedere il visto.

Attualmente i documenti richiesti sono:

-Lettera d’invito governativa PU con la data di rilascio successivo al 28/03/20220.

–  attestato del test di Acido Nucleico con negatività al Covid-19, rilasciato da struttura sanitaria

pubblica o privata entro 72 ore prima della presentazione della domanda di visto;

– la prenotazione del volo;

– modulo compilato online e stampato in cartaceo, provvederà INFOVISTI

– passaporto originale e fotocopia,

– una fototessera.

Una volta in possesso dei documenti richiesti, tramite il Centro Visti Cinese occorrerà prendere

l’appuntamento per recarsi  a depositare i documenti e rilasciare le impronte  digitali.

IMPORTANTE:

Una volta ottenuta la data dell’appuntamento,al momento di presentarsi in consolato

Il  test di Acido Nucleico con negatività al Covid-19 non deve essere stato rilasciato da più di 72 ore.

Le disposizioni sopra elencate sono misure provvisorie, in caso di nuovi cambiamenti, pubblicheremo per tempo un ulteriore avviso sul sito. Vi ringraziamo per la comprensione e la collaborazione.

Visto Russia_aggiornamento al 24/07/2020

VISTO RUSSIA

Di seguito aggiornamento categorie di visti:

– visto  di lavoro per coloro che sono specialisti altamente qualificati sulla base delle disposizioni del Dipartimento Consolare del Ministero degli affari esteri della Russia o sulla base degli  inviti emessi dagli uffici territoriali del Ministero degli affari interni della Russia cartacei  o in formato elettronico, allegando un contratto di lavoro valido o contratto civile per l’esecuzione di lavori (prestazione di servizi) con il datore di lavoro o il cliente delle opere (servizi), rilasciati dopo il 25/06/2020.

Attenzione, in caso di richiesta di questa tipologia del visto con l’invito rilasciato prima della data 25.06.2020 verificare con il datore di lavoro se è stata ottenuta l’autorizzazione dal Servizio di Sicurezza Federale o il Ministero degli Interni per poter richiedere il visto ed entrare in Russia.

– affari «membro d’equipaggio» sulla base delle disposizioni del Dipartimento Consolare del Ministero degli affari esteri della Russia o sulla base degli inviti emessi dagli uffici territoriali del Ministero degli affari interni della Russia cartacei  o in formato elettronico rilasciati dopo il 16/03/2020;

– affari «servizio tecnico» sulla base delle disposizioni del Dipartimento Consolare del Ministero degli affari esteri della Russia o sulla base degli inviti emessi dagli uffici territoriali del Ministero degli affari interni della Russia cartacei  o in formato elettronico rilasciati dopo il 29/04/2020);

– affari «autista» sulla base delle disposizioni del Dipartimento Consolare del Ministero degli affari esteri della Russia o sulla base degli inviti emessi dagli uffici territoriali del Ministero degli affari interni della Russia cartacei  o in formato elettronico rilasciati dopo il 16/03/2020;

«servizio» sulla base delle disposizioni del Dipartimento Consolare del Ministero degli affari esteri della Russia rilasciati dopo il 16/03/2020;

«privato» per parente prossimo del cittadino russo «ingresso congiunto» – solo su richiesta personale del cittadino russo;

«privato» per parenti stretti (coniugi, figli, genitori, tutori, figli adottivi) di cittadini della Federazione Russa situati nella Federazione Russa sulla base degli inviti emessi dagli organi territoriali del Ministero degli Affari Interni della Russia su carta o in formato elettronico;

– visto privato «casi speciali» nel caso di morte o malattia grave del parente prossimo;

– visto d’affari «cure mediche» sulla base delle disposizioni del Dipartimento Consolare del Ministero degli affari esteri della Russia o sulla base degli inviti emessi dagli uffici territoriali del Ministero degli affari interni della Russia cartacei  o in formato elettronico, rilasciati dopo il 06/06/2020;

Il rilascio di visti non indicati nell’elenco  è temporaneamente sospeso fino a data da destinarsi.

 Attenzione! Dal 15 luglio è annullata la quarantena obbligatoria di 14 giorni per tutti coloro che rientrano nella Federazione Russa dall’estero con i voli aerei regolari (escluse le persone straniere che entrano in Russia con un visto di lavoro).

All’ingresso in Russia cittadini stranieri dovranno essere in possesso di un certificato in lingua russa o inglese che confermi la negatività al COVID-19, effettuato almeno 3 giorni prima dell’arrivo nel paese.

Se il cittadino straniero non è in possesso del suddetto documento, dovrà sottoporsi a sue spese al relativo test entro tre giorni dall’arrivo direttamente in Russia. Se i risultati del test per il coronavirus dovessero risultare positivi, i cittadini dovranno sottoporsi ad un periodo di autoisolamento presso il loro luogo di residenza fino all’ottenimento di risultati negativi dei test.

I cittadini russi sono tenuti a sottoporsi al relativo test entro tre giorni dall’arrivo in Russia.

 

Infovisti è a Vostra disposizione per maggiori chiarimenti ed assistenza

INFOVISTI
Via Nicotera, 20 bis – 20161 Milano
Tel. 02 36.50.37.90 — Tel. 02 36.50.40.81
servizi@infovisti.it
www.infovisti.it
orari ufficio: 9/13 — 14/18

 

Giugno 2020 Novità dai Consolati

Visto Cina
Ad oggi il Centro Visti Cina è chiuso
Attualmente per alcuni casi è possibile richiedere un visto speciale di ingresso solo per urgenti e comprovate motivazioni lavorative e commerciali, tecniche e scientifiche, oltre che per motivi umanitari.
In tali casi si deve avere:
– copia del passaporto;
– copia dell’eventuale permesso di soggiorno;
– dichiarazione dall’azienda cinese, con la quale si specificano nel dettaglio le motivazioni per le quali è necessario che il richiedente rientri con urgenza in Cina;
– autorizzazione a rientrare richiesta dalla sua azienda in Cina all’ufficio governativo provinciale per gli affari esteri in Cina (in cinese 省级外事办公室), che dovrà rilasciarla nel formato ufficiale di Invitation Letter (PU), in cinese 邀请函 (PU. Se richiede il visto a Milano, tale lettera dovrà essere indirizzata al Consolato Generale della Repubblica Popolare Cinese di Milano.
Il Consolato Cinese, dopo aver fatto alcune verifiche, darà eventualmente l’ok a procedere e informerà sulle modalità di richiesta.

clicca qui per Visto Cina


Visto Russia

Attualmente il Centro Visti Russia è chiuso ed è sospeso il rilascio visti anche di quelli elettronici

Clicca qui per le informazioni per ottenere il Visto Russia

clicca qui per Visto Russia


Visto Egitto

Attualmente i visti per Egitto non vengono rilasciati dal Consolato egiziano di Milano

Clicca qui per le informazioni per ottenere il Visto Egitto

clicca qui per Visto Egitto


Egitto – Legalizzazione documenti

Il consolato Egitto di Milano ha ripreso l’attività di legalizzazione tutti i giorni.

si possono effettuare le legalizzazioni documenti sempre solo tramite agenzia. I tempi di rilascio sono di 1-2 giorni dalla presentazione.

I documenti di esportazione (fatture, certificati di origine) e altri documenti timbrati dalla camera di commercio possono essere presentati con la firma apposto come “stampa in azienda” in base alla procedura indicata dalla camera di commercio


Turchia – Legalizzazione documenti

Il consolato Turco di Milano ha ripreso l’operatività normale di legalizzazione documenti dal lunedì al venerdì

I documenti devono essere precedentemente vidimati dalla Camera di Commercio oppure dalla Prefettura o dalla Procura della  Repubblica


Indonesia – Legalizzazione documenti

Il consolato Indonesia di Roma ha ripreso l’operatività normale di legalizzazione documenti

I documenti devono essere precedentemente vidimati dalla Camera di Commercio con doppio timbro (ex upica) oppure dalla Prefettura o dalla Procura della  Repubblica.

I documenti devono avere nel corpo il destinatario in Indonesia oppure si deve presentare una dichiarazione a parte assieme alla visura camerale.

Il Consolato del Kuwait  e del Qatar di Milano sono ancora chiusi ma dovrebbero ri aprire a breve.

 

Per qualsiasi informazioni contattateci

INFOVISTI
Via Nicotera, 20 bis – Milano
tel. 02/36503790 – 02/36504081
orari ufficio: 9/13-14/18
mail servizi@infovisti.it
sito web www.infovisti.it

COVID-19 Attestazione CCIAA di sussistenza di cause di forza maggiore per emergenza

Il Ministero dello Sviluppo economico ha autorizzato le Camere di commercio a rilasciare alle imprese che operano nei mercati internazionali apposita dichiarazione in lingua inglese sullo stato di emergenza COVID-19 e sulle restrizioni imposte dalla legge italiana per il contenimento dell’epidemia.

Le imprese che operano nei mercati internazionali, la cui attività è stata sospesa a causa dell’emergenza sanitaria da COVID-19, possono richiedere il rilascio di attestazioni in lingua inglese di sussistenza di cause di forza maggiore per emergenza Covid-19 nei contratti con l’estero alla Camera di commercio competente per territorio.

Indichiamo qui la procedura di richiesta alla CCIAA di Milano, Monza e Lodi:
– Allo sportello previa prenotazione scrivendo, per la sede di Milano a estere@mi.camcom.it e per la sede di Monza a certificazioniestere.monza@mi.camcom.it.
Sarà necessario produrre la richiesta firmata in originale dal legale rappresentante,   allegando copia della documento di identità del firmatario. I diritti di segreteria ammontano a 3 euro, con pagamento in contanti o carta di credito. Il rilascio dell’attestazione è immediato.
Se la modulistica è completa la presenza del firmatario allo sportello non è necessaria, è sufficiente un suo incaricato per la richiesta e il ritiro dell’attestazione.
On line tramite Cert’o, selezionando come tipologia di pratica “richiesta visti e autorizzazioni”. È necessario allegare il Modulo di richiesta compilato e firmato digitalmente dal legale rappresentante. Il pagamento dei diritti di segreteria (pari 3 euro) viene effettuato on line. Per questa tipologia di attestazione non è possibile la modalità “stampa in azienda”, per cui un incaricato del richiedente, anche corriere, dovrà venire a ritirare l’attestazione quando la pratica verrà segnalata come “chiusa”.

Se la CCIAA di Vostra competenza è un’altra cercate la procedura alla pagina “documenti per estero” della Cciaa


INFOVISTI è a Vostra disposizione per maggiori chiarimenti e per il servizio di ritiro attestazioni presso la CCIAA di Milano, Monza e Lodi e per eventuale legalizzazione presso Consolati esteri della attestazione della Cciaa.

contattateci per info e preventivo 

INFOVISTI
Via Nicotera, 20 bis – Milano
tel. 02/36503790 – 02/36504081
orari ufficio: 9/13-14/18
mail servizi@infovisti.it
sito web www.infovisti.it

Egitto: nuove regole per Legalizzazione Procura notarile

Le legalizzazioni di procure di cittadini italiani (ORIGINALI) o imprese italiane si presentano con le seguenti modalità:

se il testo è in inglese oppure è bilingue o trilingue impostato su colonne o consecutivo: la firma di chi da procura deve essere legalizzata da un Notaio, la firma del Notaio deve essere legalizzata in Procura. Il notaio dovrà indicare chiaramente di legalizzare la firma in calce a tutte le lingue e dovrà altresì indicare di essere a conoscenza di tutte le lingue presenti sul testo oppure che il delegante è a conoscenza di tutte le lingue presenti sul testo, il testo di legalizzazione del notaio deve essere redatto in inglese oppure in doppia lingua inglese e italiano. Ciò che nel testo è riportato per una lingua deve essere riportato anche per le altre lingue. In caso anche una sola delle seguenti disposizioni non siano eseguite si deve procedere come al punto due. Si presenta all’Ufficio Visti l’originale + la fotocopia.

se il testo è in italiano: la firma di chi da procura deve essere legalizzata da un Notaio, la firma del Notaio deve essere legalizzata in Procura, bisogna fare successivamente una traduzione giurata legalizzata in Procura. Il testo di legalizzazione del notaio deve essere redatto in inglese oppure in doppia lingua inglese e italiano. Si presenta all’Ufficio Visti l’originale + la fotocopia.

Se il documento è composto da più pagine il notaio deve apporre il timbro di congiunzione tra le stesse.

Le traduzioni giurate devono essere fatte da un traduttore giurato ovvero iscritto al tribunale.

Non si accetta il timbro di Apostilla della Procura; si accetta esclusivamente il timbro di legalizzazione di firma.
raccomandiamo di mettere il timbro di correzione del notaio su qualsiasi aggiunta o scritta a mano presente sul documento.
Se si tratta di delega/procura conferita per questioni personali e quindi il delegante non fa parte di una ditta, bisogna fare una dichiarazione autografa a parte (non legalizzata) dove si specifica l’uso che si deve fare di tale procura ed insieme alla fotocopia del documento si presenta anche la fotocopia del proprio documento di identità.
si presenta il documento originale corredato da una fotocopia di tutte le pagine.

ll Consolato si riserva il diritto di valutare il contenuto del documento prima della sua legalizzazione.

Effettuiamo traduzioni giurate in inglese ed arabo


contattateci per info e preventivo 

INFOVISTI
Via Nicotera, 20 bis – Milano
tel. 02/36503790 – 02/36504081
orari ufficio: 9/13-14/18
mail servizi@infovisti.it
sito web www.infovisti.it

CHIUSURA CONSOLATI PER EMERGENZA CORONA VIRUS

La situazione dovuta all’emergenza sanitaria COVID 19 ha determinato un rallentamento delle attività dei Consolati stranieri in Italia per la attività di rilascio visti su passaporto e legalizzazione documenti. Molti Uffici ricevono su appuntamento oppure solo alcune ore della settimana

Elenchiamo alcuni orari di Consolati

Cina consolato di Milano
aperto solo il lunedì mattina e il giovedì pomeriggio

Kuwait consolato di Milano
chiuso

Libano consolato di Milano
chiuso

Procura della Repubblica di Milano
aperto solo per urgenze di legalizzazione o di apostilla

Centro Visti Cina di Milano
chiuso

Centro Visti Russia di Milano
chiuso

Egitto Consolato di Milano
aperto solo alcuni giorni della settimana

Qatar consolato di Milano
chiuso

 


INFOVISTI
Via Nicotera, 20 bis – Milano
tel. 02/36503790 – 02/36504081
orari ufficio: 9/13-14/18
mail servizi@infovisti.it
sito web www.infovisti.it

EMERGENZA CORONA VIRUS

Alla luce dell’emergenza sanitaria Covid-19 Vi informiamo che INFOVISTI prosegue regolarmente le proprie attività di visti, legalizzazioni documenti per estero, traduzioni giurate e tutti i nostri servizi presso Consolati, Ambasciate, Prefetture, Procure della Repubblica e Camere di Commercio.

Data la situazione determinata dall’emergenza sanitaria segnaliamo che molti di questi Uffici hanno ridotto i giorni di ordinaria operatività per cui potranno esserci ritardi non dipendenti dalla nostra volontà.

Restando a Vostra disposizione per ogni informazione e necessità e RingraziandoVi per l’attenzione,

porgiamo i nostri più cordiali saluti.


INFOVISTI
Via Nicotera, 20 bis – Milano
tel. 02/36503790 – 02/36504081
orari ufficio: 9/13-14/18
mail servizi@infovisti.it
sito web www.infovisti.it

Centro Visti Cina di Milano

15.03.2020
Il Chinese Visa Application Service Center di Milano sarà aperto solo nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 10 alle 16. Tutte le procedure express (con ritiro al secondo e al terzo giorno lavorativo) sono momentaneamente sospese.

Russia Centro Visti di Milano

15.3.2020
Il Centro Visti per la Russia a Milano a partire da 16.03.2020 rimarrà operativo un giorno a settimana – il Mercoledì con i seguenti orari: dalle ore 8.30 fino alle ore 10.00
l’accettazione dei documenti per la richiesta del visto solo su appuntamento

Lunedì, Martedì, Giovedì, Venerdì – il Centro Visti per la Russia a Milano rimarrà chiuso fino a data da destinarsi

Sospensione a partire dalle ore 00:00 del 13 marzo 2020 dei collegamenti aerei tra la Federazione Russa e l’Italia, ad eccezione del volo Mosca-Roma-Mosca nonché dei voli charter a patto che questi ultimi trasportino cittadini russi e italiani fino al rimpatrio di tutti i cittadini dei nostri paesi.