Che cos’è il certificato penale
Il certificato penale è un documento che certifica che un determinato soggetto non ha avuto problemi con la giustizia italiana nel periodo di tempo specificato nel certificato stesso. Si richiede alla Procura della Repubblica ed ha una validità di sei mesi.

⇒  A partire dal 26 ottobre 2019  è possibile richiedere un solo e unico certificato casellario giudiziale che riassume i certificati penale e civile e che contiene, per il cittadino italiano, anche l’attestazione relativa alla sussistenza o non di iscrizioni nel casellario giudiziale europeo.

Come richiederlo 
Il certificato penale può essere chiesto dal diretto interessato oppure da una persona delegata, presentandosi in Procura con:
la domanda firmata dal richiedente, 
– la delega, 
– il proprio documento di identità in corso di validità,
– la fotocopia del documento di identità in corso di validità del richiedente.

Il certificato può essere richiesto, sempre a qualunque ufficio del casellario giudiziale presso una Procura della Repubblica, anche dai cittadini residenti all’estero.
Il certificato ha una validità di 6 mesi dalla data di rilascio.

Costi
Ciascun certificato richiesto comporta i seguenti pagamenti:
– € 3,87 per diritti di certificato e € 16 per bollo.
Se il certificato è richiesto con rilascio nella stessa giornata devono essere pagati inoltre
– € 3,87 per diritti di urgenza


Uso estero certificato penale
Apostilla  E’ possibile richiedere l’apposizione di un timbro detto “Apostille” per rendere giuridicamente valido il Certificato del Casellario Giudiziale anche all’Estero, nei Paesi che aderiscono alla Convenzione Aja sottoscritta il 5 Ottobre 1961. Elenco Paesi aderenti. Grazie a tale convenzione, i certificati rilasciati sul territorio di uno stato possono essere prodotti presso un altro stato aderente. Questo timbro lo mette l’Ufficio legalizzazioni della Procura della Repubblica di competenza territoriale.
clicca qui per apostille
Legalizzazione presso Consolato e Ambasciata  In altri paesi non aderenti alla Convenzione dell’Aja di procede con la legalizzazione consolare, consigliano sempre di analizzare bene procedure e documenti perchè ogni consolato straniero ha differenti procedure.

⇒ Traduzione giurata
in alcuni casi è richiesto, per uso estero, fornire il certificato penale con traduzione giurata e poi legalizzata dal consolato del paese straniero; è il caso ad esempio relativo all’ottenimento del permesso di lavoro in Cina al fine del Visto Z o visto di lavoro oppure per il trasferimento in Qatar
clicca qui per traduzione giurata

⇒ Spedizione nazionale e internazionale
Infovisti supporta  aziende  e professionisti anche nella consegna dei documenti in Italia e in tutti i paesi del Mondo attraverso DHL e i principali corrieri, questo permette risparmio di tempo e tracciabilità spedizione, forniamo anche il servizio di scansione documenti spesso utile per  archiviazione e spedizione a mezzo mail al proprio interlocutore estero.


contattateci per info e preventivo 

INFOVISTI
Via Nicotera, 20 bis – Milano
tel. 02/36503790 – 02/36504081
orari ufficio: 9/13-14/18
mail servizi@infovisti.it
sito web www.infovisti.it